AREA ALTRI
CORSI DI FORMAZIONE

Obiettivi del corso

L’art. 107 del D. Lgs. 81/08 definisce il lavoro in quota “l’attività lavorativa che espone il lavoratore al rischio di caduta da una quota posta ad altezza superiore a 2 metri rispetto ad un piano stabile”.
Qualora non siano state adottate misure di protezione collettiva, considerate comunque come prioritarie dal legislatore, è necessario prevedere l’uso di sistemi di arresto caduta, descritti dall’art. 115 dello stesso testo.
L’art. 77 impone infine l’obbligo di formazione ed addestramento circa l’uso corretto e l’utilizzo pratico dei DPI di III categoria, categoria che ricomprende i dispositivi di arresto caduta, per tutti i lavoratori che ne debbano fare uso.
Il corso vuole fornire un quadro generale relativo alle problematiche sul miglioramento della sicurezza per i lavoratori impegnati in lavori in alto ex art.77 e sull’ uso dei dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall’alto art. 77 D. Lgs. 81/08.
Il corso è obbligatorio per tutti gli operatori che fanno utilizzo di DPI di 3° categoria specifici per i lavori in quota.


Destinatari

Il corso è rivolto agli addetti, responsabili e preposti a lavori che comportino rischi di caduta dall’alto (lavori in quota)
Numero massimo di partecipanti 25
L’attività formativa sarà svolta in lingua italiana; l’azienda garantisce che il partecipante sia in possesso di un livello di competenza linguistica livello B1 o superiore.
Per i corsi di aggiornamento l’azienda garantisce la pregressa fruizione del corso base.
È previsto aggiornamento quinquennale della formazione.


Durata

4 ore


Contenuti

  • Presentazione del corso. Normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento ai cantieri edili ed ai lavori in quota
  • Analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti nei lavori in quota
  • Scelta, utilizzo e manutenzione dei DPI anti caduta
  • Tecniche di evacuazione e salvataggio


Calendarizzazione

Attività monoaziendale: come da accordi definiti all’ordine.
Attività interaziendale: si rimanda al calendario di periodo allegato.


Attestazione

Attestato di partecipazione in formato elettronico.
Condizioni: partecipazione ad almeno al 90% delle ore di formazione previste.


Contatti

Per informazioni ci contatti a info@airbo.it
Per iscriversi compili il Modulo Iscrizione Corsi e lo invii a info@airbo.it

Obiettivi del corso

Ogni datore di lavoro ha l’obbligo di fornire una adeguata formazione e addestramento a tutti i lavoratori esposti a:
Rischi da asfissia, atmosfere con tenore di ossigeno inferiore a 19,5% (D. Lgs. 81/08 e s.m.i. art. 121 e all. Iv)
Rischi da intossicazione da gas, vapori, fumi, nebbie, polveri di agenti chimici (e nucleari) pericolosi (D. Lgs. 81/08 e s.m.i. titolo ix)
Rischi da contaminazione da agenti biologici pericolosi (D. Lgs. 81/08 e s.m.i. titolo x)
Obiettivo del corso è illustrare i rischi di un ambiente confinato o con sospetto di inquinamento, nonché di illustrare le principali prassi identificabili come “buone pratiche” per la eliminazione e la riduzione degli stessi.
Per spazio confinato si intende un qualsiasi ambiente limitato, in cui il pericolo di morte o di infortunio grave è molto elevato, a causa della presenza di sostanze o condizioni di pericolo, come ad esempio la mancanza di ossigeno, gas o vapori tossici, incendi od esplosioni.


Destinatari

Responsabili e addetti che operano in ambienti confinati.
Numero massimo di partecipanti 25
L’attività formativa sarà svolta in lingua italiana; l’azienda garantisce che il partecipante sia in possesso di un livello di competenza linguistica livello B1 o superiore.
Per i corsi di aggiornamento l’azienda garantisce la pregressa fruizione del corso base.


Durata

4 ore


Contenuti

  • Lavori in ambienti confinati: linee guida di riferimento per la sicurezza
  • Il d.p.r 177/2011 sulla qualificazione delle imprese operanti in ambienti confinati
  • Le procedure di lavoro e di emergenza negli spazi confinati e negli ambienti con sospetto inquinamento
  • Le attrezzature per i lavori in ambienti confinati
  • I dispositivi individuali di protezione e i dispositivi di emergenza e recupero
  • Dimostrazione pratica uso dispositivi di emergenza


Calendarizzazione

Attività monoaziendale: come da accordi definiti all’ordine.


Attestazione

Attestato di partecipazione in formato elettronico.
Condizioni: partecipazione ad almeno al 90% delle ore di formazione previste.


Contatti

Per informazioni ci contatti a info@airbo.it
Per iscriversi compili il Modulo Iscrizione Corsi e lo invii a info@airbo.it

Obiettivi del corso

Lo scopo del corso è di fornire agli operatori del settore alimentare le competenze in materia di igiene degli alimenti per lavorare o gestire in un sistema di autocontrollo alimentare nell’ottica di un maggiore controllo igienico-sanitario del prodotto, di una maggiore qualità sulla produzione e preparazione degli alimenti secondo il sistema HACCP - Hazard Analysis Critical Control Point: analisi dei pericoli e punti critici di controllo) prevista dal reg. Ce 852/2004
Le attività formative in materia di igiene e sicurezza degli alimenti destinate agli alimentaristi sono obbligatorie e sostituiscono il vecchio libretto di idoneità sanitaria.
Il presente corso di formazione di sicurezza alimentare con contenuti commisurati per le attività degli OSA (operatore settore alimentare) e degli addetti alla manipolazione degli alimenti, è stato accreditato dalla REGIONE EMILIA ROMAGNA ai sensi d.g.r. n. 311 del 04/03/19


Destinatari

Responsabili operatori non qualificati del settore alimentare che assolvono semplici incarichi operativi: capi reparto, responsabili di settore, etc.
Lavoratori che effettuano manipolazione alimentare: bar, ristoranti, mense, panetterie, gastronomie, addetti alla macelleria, addetti alla produzione di latticini, di pasta fresca, etc.; in qualsiasi fase della produzione, trasformazione, confezionamento, deposito, trasporto e distribuzione, (compresa la somministrazione di prodotti alimentari).
Numero massimo di partecipanti 40 (in aula), oppure attivazione del corso in e learning.
L’attività formativa sarà svolta in lingua italiana; l’azienda garantisce che il partecipante sia in possesso di un livello di competenza linguistica livello B1 o superiore.
Per i corsi di aggiornamento l’azienda garantisce la pregressa fruizione del corso base.


Durata

3 ore


Contenuti

  • Accenni di normativa sulle misure di controllo e prevenzione
  • Le malattie trasmesse da alimenti
  • Pericoli fisici, chimici e biologici connessi alla manipolazione degli alimenti
  • Valutazione del rischio connesso alle diverse fasi del ciclo di produzione degli alimenti
  • L’autocontrollo nelle imprese alimentari: il sistema HACCP
  • Igiene personale: procedure di controllo comportamentale
  • Igiene e sanificazione degli ambienti e delle attrezzature
  • Lotta agli infestanti
  • Diete speciali, allergie ed intolleranze alimentari, etichettatura
  • Focus su casi connessi alle mansioni dei partecipanti


Calendarizzazione

Attività monoaziendale: come da accordi definiti all’ordine.
Attività interaziendale: si rimanda al calendario di periodo allegato.
Attività in e learning: apertura account 5 gg non attivo per 60 gg.


Attestazione

Attestato di partecipazione in formato elettronico.
Condizioni: partecipazione ad almeno al 90% delle ore di formazione previste.


Contatti

Per informazioni ci contatti a info@airbo.it
Per iscriversi compili il Modulo Iscrizione Corsi e lo invii a info@airbo.it

Obiettivi del corso

Gran parte degli incidenti che si verificano nel corso di lavorazioni industriali sono da imputare alla presenza ed al maneggio di miscele infiammabili o esplodibili. Miscele pericolose sono per esempio presenti nei processi industriali che consentono la preparazione di composti ossigenati (es. Acetaldeide, Ossido di etilene, Anidride ftalica, ecc.), mediante ossidazione diretta con aria o con ossigeno di idrocarburi o di altri composti organici semplici; anche in numerose altre operazioni quali immagazzinamento o trasferimento di altri prodotti combustibili, essiccamento di materiali per allontanare solventi infiammabili, nel corso della manutenzione degli impianti, ecc. Anche molti materiali solidi combustibili, finemente suddivisi e dispersi in aria sotto forma di nube, possono provocare una esplosione.
La pericolosità delle miscele polvere-aria è meno conosciuta di quella dei gas. Per lungo tempo è stato infatti difficile accettare che una esplosione potesse avvenire a causa della sola polvere e che non fosse necessaria la presenza di un gas infiammabile per sostenere l’esplosione.
Per la valutazione dei pericoli e per poter sviluppare le opportune misure di prevenzione, è quindi molto importante conoscere il comportamento - per quanto riguarda l’esplodibilità dei diversi sistemi combustibile/comburente nelle condizioni di pratica utilizzazione.
Il corso consentirà ai lavoratori addetti all’attività a rischio esplosione, come previsto dall’art. 294 bis del D. Lgs. 81/08, di acquisire le conoscenze teorico pratiche necessarie per ricoprire il proprio ruolo.


Destinatari

Lavoratori addetti all’attività a rischio esplosione. Numero massimo di partecipanti 25 L’attività formativa sarà svolta in lingua italiana; l’azienda garantisce che il partecipante sia in possesso di un livello di competenza linguistica livello B1 o superiore. Per i corsi di aggiornamento l’azienda garantisce la pregressa fruizione del corso base.


Durata

2 ore


Contenuti

  • Rischio esplosione: aspetti generali
  • Risultati della valutazione del rischio ATEX solo se c’è classificazione delle zone a rischio
  • Misure adottate per la riduzione del rischio
  • Le modalità operative necessarie a minimizzare la presenza e l’efficacia delle sorgenti di accensione
  • Rischi connessi alla manipolazione ed al travaso di liquidi infiammabili e/o polveri combustibili
  • Significato della segnaletica di sicurezza


Calendarizzazione

Attività monoaziendale: come da accordi definiti all’ordine.


Attestazione

Attestato di partecipazione in formato elettronico.
Condizioni: partecipazione ad almeno al 90% delle ore di formazione previste.


Contatti

Per informazioni ci contatti a info@airbo.it
Per iscriversi compili il Modulo Iscrizione Corsi e lo invii a info@airbo.it

Obiettivi del corso

Il Decreto Interministeriale 18 marzo 2011- promuovere la realizzazione di programmi regionali per la diffusione e l’utilizzo di defibrillatori semiautomatici esterni (DAE), indicando le modalità della formazione degli operatori addetti.
La Circolare del Ministero della Salute del 16 maggio 2014 fornisce indirizzi in merito ai corsi di formazione finalizzati al rilascio di un attestato di autorizzazione all’impiego del DAE a personale non sanitario (c. d. laico), al fine di perseguire un modello unico, senza rigidità strutturali che possano comportare ostacoli al processo di diffusione della cultura e dell’utilizzo dei DAE.
Obiettivo del corso è che un addetto all’uso del defibrillatore, sia in grado di attivare il sistema di emergenza territoriale, di reperire, applicare ed attivare correttamente il defibrillatore presente in loco, ed iniziare le manovre di rianimazione cardiopolmonare di base.
È previsto aggiornamento della formazione entro 24 mesi dalla data di certificazione iniziale.


Destinatari

Personale non sanitario (laici) incaricati di operare su defibrillatori.
Numero massimo di partecipanti 6
L’attività formativa sarà svolta in lingua italiana; l’azienda garantisce che il partecipante sia in possesso di un livello di competenza linguistica livello B1 o superiore.


Durata

5 ore


Contenuti

  • Chiamata di aiuto e sicurezza
  • Apertura delle vie aeree
  • Soppressione delle prime 2 ventilazioni di supporto
  • Posizione delle mani nelle compressioni toraciche
  • Durata delle ventilazioni e volumi
  • Presidi per la ventilazione
  • Soppressione controlli polso e respiro durante la sequenza
  • Rapporto compressioni/ventilazioni
  • Rcp per 2 minuti prima della defibrillazione negli arresti cardiaci non testimoniati (per i soccorritori sanitari)
  • Strategia della defibrillazione
  • Compressioni toraciche fino all’applicazione delle piastre
  • Soppressione controlli polso dopo shock
  • Posizione degli elettrodi


Calendarizzazione

Attività monoaziendale: come da accordi definiti all’ordine.
Attività interaziendale: si rimanda al calendario di periodo allegato.


Attestazione

Attestato di partecipazione in formato elettronico.
Condizioni: partecipazione ad almeno al 90% delle ore di formazione previste.


Contatti

Per informazioni ci contatti a info@airbo.it
Per iscriversi compili il Modulo Iscrizione Corsi e lo invii a info@airbo.it

Obiettivi del corso

Il Decreto Interministeriale 18 marzo 2011- promuovere la realizzazione di programmi regionali per la diffusione e l’utilizzo di defibrillatori semiautomatici esterni (DAE), indicando le modalità della formazione degli operatori addetti.
La Circolare del Ministero della Salute del 16 maggio 2014 fornisce indirizzi in merito ai corsi di formazione finalizzati al rilascio di un attestato di autorizzazione all’impiego del DAE a personale non sanitario (c. d. laico), al fine di perseguire un modello unico, senza rigidità strutturali che possano comportare ostacoli al processo di diffusione della cultura e dell’utilizzo dei DAE.
Obiettivo del corso è che un addetto all’uso del defibrillatore, sia in grado di attivare il sistema di emergenza territoriale, di reperire, applicare ed attivare correttamente il defibrillatore presente in loco, ed iniziare le manovre di rianimazione cardiopolmonare di base.
La formazione, l’allenamento e il retraining consentono all’esecutore di mantenere delle ottime prestazioni in caso di reale intervento per morte cardiaca improvvisa; l’aggiornamento delle proprie competenze deve essere rinnovato entro 24 mesi dalla data di certificazione iniziale.


Destinatari

Personale non sanitario (laici) incaricati di operare su defibrillatori.
Numero massimo di partecipanti 6
L’attività formativa sarà svolta in lingua italiana; l’azienda garantisce che il partecipante sia in possesso di un livello di competenza linguistica livello B1 o superiore.
Per i corsi di aggiornamento l’azienda garantisce la pregressa fruizione del corso base.


Durata

3 ore


Contenuti

  • Soppressione controlli polso e respiro durante la sequenza
  • Rapporto compressioni/ventilazioni
  • Rcp per 2 minuti prima della defibrillazione negli arresti cardiaci non testimoniati (per i soccorritori sanitari)
  • Strategia della defibrillazione
  • Compressioni toraciche fino all’applicazione delle piastre
  • Soppressione controlli polso dopo shock
  • Posizione degli elettrodi


Calendarizzazione

Attività monoaziendale: come da accordi definiti all’ordine.
Attività interaziendale: si rimanda al calendario di periodo allegato.


Attestazione

Attestato di partecipazione in formato elettronico.
Condizioni: partecipazione ad almeno al 90% delle ore di formazione previste.


Contatti

Per informazioni ci contatti a info@airbo.it
Per iscriversi compili il Modulo Iscrizione Corsi e lo invii a info@airbo.it

parallax background

Contatta AIR TRAINING & CONSULTING per richiedere maggiori informazioni sui corsi formativi per la sicurezza sul lavoro!